ED È ARRIVATO, FINALMENTE, LO SCIVOLO LUNGO UN CHILOMETRO!

Martedì 26 Giugno

È da quando siamo arrivati a Dobbiaco che aspettiamo il giorno in cui saremmo andati ai Baranci! Ebbene, questo è il giorno giusto! Dopo colazione ci prepariamo con la preghiera del mattino e prendiamo il pranzo al sacco. 18 bambini più piccoli preferiscono andare, con Serena e Santina, al Bosco Incantato e al Museo delle Dolomiti. Il gruppo dei più grandi prende il treno per San Candido e poi arriva ai Baranci. Qui, con a capo Marco, provetto maratoneta e respinsabile della spedizione, ci s’incammina verso la meravigliosa meta. A passo spedito si arriva su, con un dislivello di 300 metri dalla base. Il panorama, da quassù, è una meraviglia! I boschi color verde cupo, i parti verde chiaro, le rocce grige, il cielo azzurro intenso... poi il giallo vivace dei bob che sono la grande promessa che i ragazzi aspettano! Tutti sognano una discesa da favola e così sarà! La fame comincia a farsi sentire e si pranza, tra un gioco e l’altro e tra una corsa e l’altra. La gioia di essere quassù è contagiosa!Bambini e ragazzi si divertono un mondo e mentre si divertono, si abbronzano al sole. La natura regala sempre emozioni uniche e da qui la natura è magnifica! Le Miss e i Mister si prodigano a istruire tutti su come comportarsi quando prendeanno il Bob e tutti promettono serietà e ubbidienza. Arriva la tanto attesa ora della discesa. Chi non vuole scendere con il Bob (solo due bambini!) scende con Laura, passo passo, godendosi il panorama e il fresco. Con ordine e disciplina inizia la famosa discesa mentre la vallata risuona della gioia di piccoli e grandi. Già, tutte le Miss e i Mister sono distribuiti tra i ragazzi e assistono e raccomandano. Si arriva alla base e ci si incammina verso la stazione di san Candido. Qui su prende il treno per Dobbiaco che, dopo 4 minuti precisi, ci deposita al cancello dello Jugendherberge! Siamo così ben serviti in questo meraviglioso posto! Tutto è vicinissimo a noi, anzi, è davanti alla nostra porta!Un po’ di riposo ora ci vuole e anche una bella merenda che ci hanno già preparato. Poi iniziamo l’attività didattica seguita dal canto e dalle prove dello spettacolo. Siamo vicinissimi alla festa finale che dovrà stupire la signora Erika, la direttrice dello Jugendherberge, e tutto il personale, oltre che stupire i genitori perché ne faremo il video! La cena è buonissima, come sempre. Dopo il ricco buffet di verdura cotta e cruda, ci presentano una vera montagnola di wurstel e patatine infornate che i bambini, sapientemente, annegano nel ketchup e nella maionese e poi, a concludere la cena, la crema di lamponi! Una bella ricreazione durante la quale viviamo una fantastica caccia al tesoro, basata sulla storia di Narnia e composta di ingegnosi giochi criptati e di indovinelli, è seguita dal messaggio di Sister che è pensato sulla falsariga del cantico delle Creature di San Francesco. Sì, le bellezze naturali viste oggi ci richiamano le meraviglie che Dio creatore ci ha donato. Il coprifuoco è subito rispettato perché dobbiamo ritemprare le energie dato che domani ci sono cose belle da fare a non finire! Buona notte!
File Iconhttp://bit.do/Narnia-Bottega-Day10
File Iconhttp://bit.do/Narnia-Bottega-Baranci


spacerspacer
La Newsletter?
Scrivi la tua email!
© 2006 LA BOTTEGA D’EUROPA · Via Mauro Morrone, 25/27 - 00139 Roma
Tel/Fax: ++39-06-87132317 - PI 04916641006 - botteuro@labottegadeuropa.it