ANCORA GIOCHI TEATRALI E MOLTO ALTRO

Martedì 10 luglio 2018

  

Secondo giorno del corso di teatro. In pullman ascoltiamo i canti che dovremo poi sapere a memoria. Amanda ci aspetta all’ingresso perché ci sono molte cose da fare quest’oggi. Dobbiamo montare lo spettacolo di venerdì e completare gli esercizi, provare i canti e iniziare a montare le coreografie. Ci suddividiamo in gruppi e iniziamo a lavorare. Gli esercizi di riscaldamento sono più complessi oggi e comportano un’interazione fra noi più collaborativa. In ogni esercizio è presente la richiesta di iniziare un’azione che servirà poi da esempio per tutti e da input per continuare l’azione stessa. Ad esempio: ci dividiamo in gruppi e ci mettiamo in file da 10; dobbiamo inventare un movimento fluido e continuo abbinato al suono. Alcuni imitano la marcia, altri l’onda, altri ancora il volo. Un altro esercizio è consistito nel concentrarci su un punto fisso pensando a un’emozione che esprimiamo attraverso il volto.

Dopo gli esercizi di riscaldamento proviamo più volte i canti che ci colpiscono anche per il significato delle parole. Il tema generale è la diversità e lo esprimiamo attraverso un canto che paragona ciascuno di noi a una bandiera personalissima perché siamo tutti diversi anche se siamo uguali nel valore e nella dignità.

Iniziamo a montare le prime scene. In una di queste siamo statue che rappresentano emozioni diverse da rendere con intensità attraverso la mimica facciale e la postura. Montiamo poi una coreografia sulla diversità sulle bellissime parole della canzone. Diamo anche dei suggerimenti su alcune canzoni. Il nostro punto di vista è apprezzato e se ne tiene conto.

Alle 16 salutiamo i ragazzi britannici del gruppo con i quali abbiamo iniziato a fare amicizia e saliamo sul nostro pullman guidato da una dolce e calma fanciulla che ci accompagna a casa con molta maestria.

I ragazzi fremono per vedere la partita di questa sera, Belgio contro Francia. Durante la cena, eccezionalmente, accendiamo la TV, ma presto la conversazione trascina tutti e la TV non si guarda più. Dopo cena giochiamo a una bella partita di pallavolo con dei bambini britannici che abitano nel nostro residence. Ogni occasione è buona per esercitarci nella lingua inglese.

Intanto la Francia ha vinto la partita!

Alla buonanotte Sister parla della diversità e dell’accoglienza, due concetti da rispolverare sempre e da tener presenti in ogni occasione. Mostra alcuni film che ha acquistato oggi perché in ogni chalet si continui con la pratica linguistica anche quando ci si ritrova, ogni casa per conto proprio. Si scelgono i film, si commenta il pensiero della buonanotte e ci si saluta… Buon riposo… fino a domani!

 

File Iconhttp://bit.do/Highlands_Diary-Day3
File Iconhttp://bit.do/Highlands-Day3


spacerspacer
La Newsletter?
Scrivi la tua email!
© 2006 LA BOTTEGA D’EUROPA · Via Mauro Morrone, 25/27 - 00139 Roma
Tel/Fax: ++39-06-87132317 - PI 04916641006 - botteuro@labottegadeuropa.it