UNA GIORNATA STUPENDA VIVENDO GLI "HIGHLAND GAMES"

Il nostro pullman ci aspetta alle 9.00 per portarci agli Highland Games. Con tradizionali eventi sportivi quali il tiro alla fune e il lancio dei tronchi, gare nei balli tipici delle Highland, eventi su pista e su campo e cornamuse, i giochi sono uno spettacolo unico. E tutto si svolge con un tipico sfondo scozzese. Gli Highland Games uniscono sport, divertimento e cultura in un tipico stile scozzese e si svolgono nei fine settimana estivi. Da maggio a settembre potete assistere a uno degli oltre 80 Highland Games che si svolgono sulle isole o nelle città, nei villaggi e negli insediamenti di tutta la nazione. Perfino alcuni castelli ospitano i giochi. Gare di forza, incluso il lancio del martello e il lancio in aria, vedono gli sfidanti mettere alla prova i loro muscoli. Il barone Coubertin, fondatore delle moderne Olimpiadi, rimase così colpito da un’esibizione di specialità proprie delle Highland viste all’Esposizione di Parigi del 1889, che introdusse nei suoi giochi il lancio del martello e del peso. Questi sport sono inclusi ancora oggi nel programma olimpico e questo è solo uno dei molti fatti affascinanti degli Highland Games.

Per molti, una delle immagini più memorabili degli Highland Games consiste nelle diverse bande musicali con decine di cornamuse e tamburi che si riuniscono e marciano all’unisono. In tutti gli Highland Games si svolge anche la gara di cornamuse soliste dove i musicisti si affrontano in vari stili, anche nel lento e complesso Pibroch, considerato il ritmo tipico della cornamusa. I Le giovani danzatrici e i danzatori esibiscono la loro abilità con i piedi nei balli scozzesi. L’energia contagiosa degli Highland Games mette tutti di buonumore. Ci sono varie tende all’interno delle quali vengono esibiti lavori artistici sia di pittura che di ricamo… che di cibo! Molti sono gli artisti e gli artigiano presenti anche nei piccoli gazebo. Non mancano i camioncini che preparano gli hamburger e che servono la birra.

Durante i giochi tutti gli scozzesi vestono il kilt. Il kilt non è solo un indumento da indossare, è anche un capo di abbigliamento storico che ha resistito alla prova del tempo. Il kilt è fatto con il tartan, un tessuto costituito da strisce orizzontali e verticali di colori diversi, su uno sfondo colorato. Le strisce intrecciate si chiamano “sett”. Il kilt ha avuto origine nelle Highlands e il tartan viene citato il Scozia per la prima volta nel 1538. Originariamente i vari clan usavano piante , muschio e bacche locali per tingere la lana. Perciò il kilt è una pezza di tartan indossata intorno alla vita. Il vero kilt è accompagnato da una “sporran”, una borsetta indossata in vita, sopra il kilt. “Sporran” in gaelico significa borsellino. Poi una spilla per unire le due estremità del kilt sul davanti, poi uno “sgian dubs”, un piccolo pugnale infilato in uno dei due calzettoni.

Tra i nostri ragazzi gareggiano nella corsa Edoardo, Martina e Flavia piccola. Martina arriva terza nella sua categoria e vince 5 sterline.

Verso la fine dei giochi tutti i ragazzi comperano una buonissima ciambella e si dirigono verso l’uscita. Qui ci aspetta il nostro pullman. Arriviamo nei nostri chalet e scriviamo il diario. Dopo cena giochiamo tutti insieme e alla buonanotte Sister dice che siamo stati invitati alla chiesa anglicana e che la piccola comunità della St John’s Church of Scotland ci aspetta ansiosa di conoscerci. Il concetto che Sister sviluppa alla buonanotte è legato alla parola “ecumenismo”.

File Iconhttp://bit.do/Highlanders-Bottega-Day14


spacerspacer
La Newsletter?
Scrivi la tua email!
© 2006 LA BOTTEGA D’EUROPA · Via Mauro Morrone, 25/27 - 00139 Roma
Tel/Fax: ++39-06-87132317 - PI 04916641006 - botteuro@labottegadeuropa.it