NIENTE MOSTRO A LOCH NESS, MA TANTO LAGO.

La grande attrazione di Loch Ness è sempre preceduta dalla visita al Woolen Mill o Mulino della Lana come tradizionalmente lo traduciamo. Si tratta di un grande emporio che ha prezzi scontati e che permette a volte buoni affari. Ci rechiamo in pullman e prima del negozio visitiamo due sale che illustrano la storia del tartan e del kilt. Ci sono vari pannelli da leggere e i telai antichi da guardare. Nel maxi-emporio ci disperdiamo ognuno per i suoi gusti ed interessi, ma poco prima delle 12 ci ritroviamo sul pullman perché dobbiamo andare a vedere una delle più grandi meraviglie della Scozia, ovvero il Lago Ness. Già, perché Loch significa Lake, cioè Lago e dire “il lago di Loch Ness” è una ripetizione. Ma guardiamo questo famoso lago da vicino. Si tratta di un lago d’acqua dolce situato a sud-ovest di Inverness. Ha le acque molto profonde con una profondità massima di 230 metri e si estende per ben 37 chilometri. È il più largo specchio d’acqua della valle chiamata Great Glen che si estende da Inverness a nord fino a Fort George a sud. Il Canale di Caledonia, che collega il mare all’altro capo del Great Glen, sfrutta le acque del lago Ness. Il lago è anche usato come parte del canale di Caledonia. Come tutti sanno, il lago è notissimo per i presunti avvistamenti del mitico Nessie, il mostro di Loch Ness ed è per questo motivo che turisti di ogni colore affollano le rive del lago.

Noi arriviamo ed è ora di pranzo. Pranziamo tranquilli ai tavolini e panchine vicini al porticciolo dove prenderemo la nave per fare un tour del lago. Alle 13.00 precise la nave attracca e saliamo e per un’ora navighiamo e poi ci fermiamo alcuni minuti al castello di Urquhart che si trova nelle vicinanze del villaggio di Drumnadrochit. I documenti storici testimoniano che la fortificazione esisteva già prima del XIII secolo. Per evitare che la costruzione venisse presa dai giacobiti fu fatta esplodere nel 1692. Oggi il castello è proprietà dell’ente Historic Scotland.

Di ritorno dal giro in nave andiamo a visitare gli shops a Drumnadrochit. Dappertutto è pieno di Nessie, il mostro in peluche o fatto di altri materiali. Dato che abbiamo ancora tempo, sulla via del ritorno ci fermiamo ad Inverness, al centro commerciale di East Gate, ben fornito, con diversi negozi e vicinissimo alla stazione ferroviaria. Qui anche chi non deve acquistare nulla si diverte. Dato che questa sera abbiamo la cena messicana, Miss Giulia e Gabriele, Amy, Sister e Marcella vanno a fare la spesa da Marks and Spencer e nel grande negozio di Morrisons. Ritorniamo in pullman che è carico degli acquisti della mattinata e del pomeriggio. Questa sera si cena messicano! Non tutti gli chalet preparano allo stesso modo. C’è chi prepara il guacamole con avocado, cipolla e aglio. Dappertutto è presente la salsa messicana che prevede il jalapeno e poi i nachos e i tacos. C’è chi prepara i tacos di pollo e chi di carne tritata. Le tortillas e le fajitas di pollo, come il chili con carne. Sono presenti anche i fagioli. Mancano i churros, ma abbiamo sempre del gelato nel nostro freezer!

Dopo la cena messicana, come direbbe Totò, è d’uopo una bella ricreazione alla quale partecipano tutti con molta animazione. Alla buonanotte Sister riepiloga la giornata parlando del valore delle tradizioni, degli usi e dei costumi dei vari popoli, da conoscere, rispettare e… assaggiare! Seguono gli avvisi per la giornata di domani che sarà molto intensa perché andremo a Landmark! Si raccomanda di portarsi un cambio perché gli scivoli hanno l’acqua per far scivolare bene i canotti di gomma e allora ci si bagna! Per fortuna oggi è stata una giornata molto soleggiata e speriamo che lo sia anche domani!

File Iconhttp://bit.do/Highlanders-Bottega-Day17


spacerspacer
La Newsletter?
Scrivi la tua email!
© 2006 LA BOTTEGA D’EUROPA · Via Mauro Morrone, 25/27 - 00139 Roma
Tel/Fax: ++39-06-87132317 - PI 04916641006 - botteuro@labottegadeuropa.it